libro“La soglia dell’energia” è il titolo del libro che ho scritto in accordo con le indicazioni dell’intento.
La soglia dell’energia è il momento o, se preferisci, il punto esatto in cui il corpo fisico può interagire con quello energetico (o viceversa). Oltre questo limite si possono creare connessioni energetiche che permettono la predominanza del corpo energetico.

Questo libro è stato realizzato col preciso intento di rendere accessibili a chiunque gli aspetti pragmatici del Nagualismo. Per ottenere questo risultato le tecniche sono state estratte da posizioni chiave delle seconda attenzione alternando tali posizioni con quella ordinaria.

Agendo in tale forma si è creata una serie di collegamenti percorribili attraverso le indicazioni riportate nel libro stesso. Per darti un’idea di ciò che il libro tratta, qui di seguito trovi l’indice, la quarta di copertina nonchè il link alla casa editrice, dove puoi trovarlo.
Buona sperimentazione.

http://www.bioguida.com/libri/la-soglia-dellenergia/


[toggle title=”PUOI TROVARLO ANCHE NELLE SEGUENTI LIBRERIE:”]

  • Libreria Il Cerchio Della Luna via Teatro Filarmonico 8 Verona
  • Libreria Il Terzo Luogo via Fiasella 75 Sarzana (SP)
  • Libreria Esoterica galleria Unione 1 (piazza Missori) Milano
  • Liberia Perlanima via Pordenone 58 Udine
  • Libreria Il Monte Analogo via Guido Biagi 14 Firenze
  • Libreria Fenice via Porta Palatina 2 Torino
  • Libreria Il Velo di Maya via Rodi 73 Brescia
  • Libreria Fiori Gialli via dei Verdi 38 Messina
  • Libreria Piazzo Corso Giuseppe Garibaldi 38|A Torino
  • Libreria Leggi e sogna Corso 4 Novembre 106 Asiago (Vi)
  • Libreria Ubik Corso Progresso Vico IV – 2 Catanzaro Lido 
  • Libreria Il Manoscrittto via Pascoli 45 Alghero
  • Libreria Miele Amaro via Manno 88 Cagliari
  • Libreria Il Faro via Trieste 78 Sondrio
  • E INOLTRE SU: Macrolibrarasi – Il Giardino dei Libri – IBS – Amazon
[/toggle]

 


INDICE

 

PROLOGO – TRE EPISODI FONDAMENTALI
Il sogno
L’appuntamento

L’infinito

INTRODUZIONE   
Avvertenze

ALCUNE PREMESSE DI BASE E UN PO’ DI TEORIA  
Le osservazioni sulla natura dell’universo degli antichi e nuovi veggenti

SEZIONE UNO

LA MAESTRIA DELLA CONSAPEVOLEZZA
(O ARTE DELLA PERCEZIONE)
Introduzione

Due parole sulla natura della consapevolezza

IL LIBRO DELLA CONTEMPLAZIONE (Sognare da svegli)

LA CONTEMPLAZIONE
Effetti della contemplazione sul nostro concetto di conoscenza
Alcune accortezze

1. La reazione del parassita

2. Guardare intensamente senza fissare
3. L’affioramento della regola
4. Frequenza della contemplazione
5. Respirazione
6. Luce
7. Mettersi comodi
8. I gesti rituali
9. Contemplazione stimolando parti specifiche del corpo
10. Evitare di realizzare oggetti di potere tramite la contemplazione

TECNICHE BASE PER LA CONTEMPLAZIONE
Le modalità dell’attenzione nelle tecniche base della contemplazione  
1. Sostenere l’attenzione
2. Espandere l’attenzione

3. Raccogliere l’attenzione
4. Mantenere l’attenzione
5. Modulare l’attenzione
6. Lanciare l’attenzione
7. Due piani di profondità

SPOSTARE L’ATTENZIONE

CONTEMPLAZIONE DINAMICA: TECNICHE BASE
Camminata sulla linea di percezione
Camminata nella sfera di percezione

Camminata nel tunnel di percezione
Lo sguardo laterale (lanciare l’attenzione)
Contemplazione circolare
Far scorrere lo sguardo orizzontalmente in semicerchio
Contemplazione ai quattro punti cardinali

CONTEMPLAZIONE TATTILE

CONSIGLI PER LA CONTEMPLAZIONE DI SOGGETTI SPECIFICI
Vuoti
Ombre

 Contemplazione tattile delle ombre

Fulmini
Orizzonti e lontananze

Acqua

 Acqua in movimento
Oggetti nell’acqua

Riflessi nell’acqua
Contemplazione uditiva dell’acqua
Acque ferme
Sorgenti asciutte
Trasparenze
L’oscurità e la notte

Contemplazione tattile dell’oscurità

Rocce

Contemplazione tattile delle rocce

Vegetali, alberi e boschi
Fuoco e riflessi

Fuoco

Riflessi

Contemplazione tattile dei riflessi

Nebbia
Contemplazione tattile della nebbia

Pioggia
Luce lunare, stelle e vuoto cosmico

Contemplazione tattile della luce lunare e cosmica.
Insetti

Contemplazione uditiva del vento

Contemplare il movimento

LA CONTEMPLAZIONE DELLA LUCE DEL SOLE MORENTE E LA SPINTA DELLA TERRA

Prima opzione

Seconda opzione

CONTEMPLARE INSIEME

INTENSIFICARE LO STATO DI CONTEMPLAZIONE PER SOGNARE DA SVEGLIO
Entrare nel sogno mantenendo un collegamento con la realtà ordinaria

Il lago

Allineare un nuovo mondo totale attraverso la contemplazione

CONTEMPLAZIONE PER IL SOGNARE
Fare scorrere lo sguardo
Concentrare l’attenzione per il sognare

Contemplazione delle rocce
Entrare direttamente nella scena contemplata
Cercare nei sogni ciò che si è contemplato
Viceversa
Contemplare un punto nel buio
Contemplazione per il doppio
Sognare per la contemplazione
Contemplare nel sogno

CONTEMPLAZIONE PER L’AGGUATO

Non contemplazione
Spostare l’attenzione

Contemplazione definitiva
Usare i tempi morti
lL televisione


CONTEMPLAZIONE PER LA RICAPITOLAZIONE

CONTEMPLAZIONE PER LA MAESTRIA DELLA CONSAPEVOLEZZA
Contemplazione e non fare
Sostenere e lanciare l’attenzione

Contemplazione uditiva girando su se stessi

CONTEMPLAZIONE PER L’INTENTO

Contemplare con la volontà
Separare il lato sinistro e quello destro

SOGNARE

CHE COSA INTENDONO I TOLTECHI PER SOGNARE

SOGNARE L’ENERGIA SESSUALE

TECNICHE PER IL SOGNARE
Tre tecniche fondamentali
Abbattere i muri delle abitudini
La cadenza dell’attenzione

Non fare
La prima attenzione del sogno

ALCUNI MODI PER COMINCIARE A SOGNARE
La ricerca delle mani
Entrare nel sogno direttamente

Sostenere la scena del sogno
Cambiare direzione per il sognare
Attivare il ricordo del sogno
Muoversi consapevolmente per il sognare

Ricordare l’intento del sogno
Un fulcro di concentrazione dell’energia
Stimolare le aree per il sognare
La ricerca dei sogni
Posizioni non ordinarie
Avvicinare aree del corpo luminoso a quello fisico
Ricapitolare le interazioni quotidiane
Contemplare un punto nel buio

COSTRUIRE IL SOGNARE

L’aspetto pratico del sognare
Sostenere l’attenzione del sogno

Scegliere deliberatamente un argomento per il sognare
Viaggiare deliberatamente
Utilizzare i passi di tensegrità per stabilizzare il sogno
Stimolare aree specifiche del corpo nel proprio
Alcuni accorgimenti fisici
La fascia per sognare
La pressione per accendere l’aspetto vibratorio ed il sostegno per l’area della volontà

SOGNARE ALTRI SOGNI

SOGNARE SE STESSO
Portare nella veglia le azioni del sogno
L’intento inflessibilie

Utilizzare il doppio

SOGNARE L’ENERGIA

SOGNARE ALTRI MONDI

LA SOBRIETÀ DEL GUERRIERO APPLICATA AL SOGNARE
Il ciliegio

L’INTERAZIONE CON FORZE ESTERNE ALL’ESSERE LUMINOSO

Introduzione


L’INTERAZIONE CON GLI ESSERI INORGANICI

Come cercare l’alleato
Stanare l’alleato

Stimolare l’alleato
L’apertura del lato sinistro del corpo

Il contatto con l’alleato

DOSARE I SENTIMENTI IN PRESENZA DELL’ALLEATO


L’IMPULSO ENERGETICO DELLA TERRA

L’INTERAZIONE CON AREE PARTICOLARI
Riconoscere i luoghi di coincidenza
Luoghi che ricaricano o riequilibrano
Luoghi in cui seppellirsi

LE PIANTE
Stabilire una relazione finalizzata
Interagire per la seconda attenzione

Alberi

ESPLORARE L’AREA DELLE POSSIBILITA’ (Raggiungere la soglia dell’energia)

Introduzione


RACCOGLIERE ENERGIA DALLA LUCE CON GLI OCCHI

VISUALIZZARE LINEE DI ENERGIA
Unire le due tecniche

CONFERMARE I MOVIMENTI ACQUISITI TRAMITE IL SOGNARE
Inviare flussi di energia
La soglia dell’energia come guida per le nuove posizioni del sogno
Le linee della guarigione

RIEDUCARE LA PERCEZIONE

La conoscenza non è legata al linguaggio, nè al pensiero

Riguardo il giudicare
Ricordi della funzionalità del mondo
Cambiare direzione alla consapevolezza
Manipolare le proprie sensazioni
Un mondo sconosciuto, un mondo magico
Esercitare l’attenzione
Ottenere il massimo effetto dal minimo impulso


SEZIONE DUE

L’ARTE DELL’AGGUATO (IL LIBRO DEL CACCIATORE)


INTRODUZIONE


LA FORMA UMANA

I FONDAMENTI DELL’AGGUATO
I quattro attributi dell’agguato
Controllo
Disciplina

Pazienza
Tempismo
Intento
Il piccolo tiranno

AGGUATO AL PARASSITA
La guerra di liberazione
Un suggerimento pratico
Il giorno della solitudine

I SETTE PRINCIPI DELL’ARTE DELL’AGGUATO

I QUATTRO MODI O GRADI DELL’AGGUATO
Spietatezza
Astuzia
Pazienza
Gentilezza
L’intensità

AGGUATO A SE STESSI

I “NON FARE” CARDINE DELL’AGGUATO A SE STESSI
La manovra di alleggerimento
Focalizzare le falle energetiche

Liberarsi delle convinzioni
Ricanalizzare l’energia
La ricanalizzazione dell’attenzione a se stessi
Qualche appunto sugli antichi veggenti
Gli attributi dell’importanza personale
La definizione del senso di importanza personale
Le armi del guerriero
Accedere alla fluidità
Cambiare i propri sentimenti
Agire per agire
Liberarsi delle abitudini
Abitudini esterne
Abitudini interne
Agguato alle abitudini
Contemplazione definitiva e agguato diretto
Ricapitolazione quotidiana
Ricapitolazione dei sentimenti personalizzanti
Interrompere il dialogo interno
La prevalenza della volontà
Non fare comportamentali
Estinguere la storia personale
Seguire le indicazioni dell’intento
Rovesciare il trono dell’indifferenza
Il non fare del sè
Abbandonare le inclinazioni del sé
Ricapitolazione dei sentimenti personalizzanti
La forma della quotidianità
Interpretare un nuovo personaggio
L’umiltà del guerriero
Il tempo dell’infinito
La follia controllata (1)
Riscattare brani di conoscenza

AGGUATO ALLA SOCIALITA’
Lasciare liberi i propri simili
Rivelare la simulazione sociale

Comprendere la condizione sociale
La frontiera del sentimento
Porsi al di fuori del giudizio

Liberare l’intento dai voti
La passeggiata
La follia controllata (2)

AGGUATO PER IL SOGNARE

Avvicinare zone del corpo luminoso a quello fisico

RICAPITOLAZIONE
La respirazione
Lista o non lista
Ricapitolare con l’intento
Ricapitolare le interazioni quotidiane
Stimolare le aree dei ricordi
Realizzare una scatola o una bara di terra
Ricapitolare sospesi
Tornare nei luoghi degli accadimenti
Ricapitolazione con il vento
Ricapitolazione con la nebbia e con il fumo
Afferrare l’evento con l’inspirazione
Movimenti per aiutare la volontà
Ricapitolazione istantanea
Accedere al ricordo totale
Ricapitolazione dei sentimenti ciclici personalizzanti
La corrispondenza con la forma del ricapitolato
Come procedere

Il potere



SEZIONE TRE

LA PADRONANZA DELL’INTENTO

VITA MORTE E MIRACOLI DELL’INTENTO

PERCEPIRE CON L’AREA DELLA VOLONTA’
Stimolare la volontà
Stimolare la volontà fisicamente
Movimenti per la volontà
Pettinare la volontà mentre si contempla

Agganciare la corrente del fiume
Passare sugli oggetti mentre si gira su se stessi
Lanciare e seguire oggetti
Stimolare la volontà attraverso le sensazioni
Cominciare a toccare le cose
Usare la volontà come strumento per l’intento

Il volo
Stimolare la volontà attraverso la percezione
L’area della volontà nella visione periferica
La risonanza

La solidità dei suoni
Liberarsi delle interferenze
Sviluppare la volontà attraverso la ricapitolazione

REALIZZARE L’INTENTO
Il silenzio interiore
Percepire l’intento

La personale impersonalità dell’intento
Chiamare l’intento a testimonianza
L’artificio

INTERAGIRE CON L’INTENTO
Cambiare intento
Evocare l’intento

Ricanalizzare gli atti
Usare il rituale

Evocare l’intento nella soglia dell’energia
Usare gli occhi per evocare l’intento

AZIONI SPECIFICHE PER L’INTENTO NEL PERCORSO DEL GUERRIERO
L’intento per il sognare
L’intento per l’agguato
L’intento per la maestria della consapevolezza
L’intento per l’interazione
Praticare l’intento

LA STRATEGIA DELL’INTENTO
La seduzione dell’intento
Le architetture dell’intento
La presa dell’intento
L’abbraccio dell’intento
La disponibilità del guerriero

La nuova posizione dell’intento e lo stato d’animo del guerriero: accogliere la strategia dell’intento

La partecipazione del guerriero
Un gesto per l’infinito

La regola dello spirito
Il giovane rapace

L’INTENTO INFLESSIBILE

STIMOLARE AREE SPECIFICHE DEL CORPO

Modalità

Parti del corpo
Finalità

LA REITERAZIONE

Determinare un preciso intento
La reiterazione di atti consueti o inconsueti in una serie non ordinaria
Collegare gli atti all’intento predeterminato
Attivare l’intento collettivo

TIPI DI TECNICHE REITERATIVE
Serie e sequenze reiterative
Movimenti derivati dall’esplorazione dell’area delle possibilità

LA CADENZA NELL’ANDATURA DEL POTERE
Il passo del camaleonte
La camminata dell’infinito


REITERAZIONE E NON FARE
REITERAZIONE DI MOVIMENTI LENTI


LA SERIE DI QUATTRO
Spezzare il rituale


REITERAZIONI CONTEMPLATIVE
La passeggiata del galeotto
Il luogo della contemplazione

REITERAZIONE DI AZIONI PER STABILIZZARE LA POSIZIONE DEL SOGNO
reiterare ati specifici nel sognare
cercare disegni per il sognare nella contemplazione

REITERAZIONE PER IL CONVINCIMENTO DI PRINCIPI DELLA CONOSCENZA TOLTECA

REITERAZIONE E INTERAZIONE

Reiterazione per la terra

Reiterazione per la forza rotante
Reiterazione per l’agguato


MUOVERE IL PUNTO DI UNIONE

I tre passi per muovere il punto di unione in modo deliberato e mirato

Spostare l’attenzione
Ricanalizzare l’energia

Chiamare l’intento per muovere il punto di unione

RIGUARDO IL MOVIMENTO DEL PUNTO DI UNIONE

Lo spostamento tra ragione e conoscenza silenziosa
Alcune cose da tenere presenti

Cambiare fascia di emanazioni
La prova della sobrietà
Usare gli occhi
Staccarsi dalla volontà del quotidiano
Ricordare se stessi
Acquisire le posizioni del sogno del passato
Allenarsi a spostare il punto di unione in una nuova posizione specifica non usuale

 La camminata del gigante

 Trasformarsi in nebbia nella nebbia
 Un lampo nell’oscurità

Un nuovo animale calca la terra
Il gioco del camaleonte

Selezionare i movimenti del punto di unione

L’AFFIORAMENTO DEL NAGUAL
Allenare gli occhi a cogliere le tracce del nagual
Aprire il lato sinistro
Ripulire l’isola del Tonal
Restringere il Tonal
Accordarsi con la forza rotante

BREVI APPUNTI SULLA TENSEGRITA’

Tensegrità continuativa

Tensegrità e contemplazione (usare gli occhi)

LA VIA DEL GUERRIERO

Introduzione

La paura
La lucidità

 Il potere

La stanchezza

Aderire al mondo dei guerrieri
Nessun maestro, per favore!

La posizione della ragione
Dell’impeccabilità
Della sobrietà
Dell’integrità energetica
Pratiche per l’integrità energetica

  Seppellirsi

Affumicarsi per compattare la luminosità
Appendersi

Assorbire energia dalla luce

L’intento inflessibile
L’armonia del guerriero

Definire le conseguenze dei propri atti
Alleggerire la propria vita
Dell’indulgere
La guida incorruttibile
Essere testimoni senza pregiudizi
Della fissazione dell’attenzione
Acculturarsi
La cura del corpo
L’amore per la terra
La lotta del guerriero

L’ASPETTO VIBRATORIO DELL’ENERGIA

PREDILEZIONI

 

QUARTA DI COPERTINA

 

Migliaia di anni fa, nel Messico precolombiano, donne e uomini dotati di grande curiosità e sete di conoscenza diedero inizio a un percorso di esplorazione dell’ignoto, spingendosi al di là della barriera della percezione.

Il Nagualismo pone le sue basi sul principio che l’universo sia un insieme di campi di energia e noi tutti siamo in grado di percepirla direttamente, quando oltrepassiamo i limiti imposti dall’interpretazione. La condizione naturale dell’uomo è quella di avere accesso alla conoscenza silenziosa e ciò normalmente non avviene a causa dei processi di educazione percettiva e socializzazione a cui siamo stati sottoposti.

I Toltechi svilupparono le tecniche per liberare l’uomo dall’interpretazione del mondo in cui vive, così da consentirgli di riappropriarsi di quanto più profondo gli appartiene: la totalità di se stesso. L’obiettivo dei loro sforzi è stato duplice: permettere a ognuno di ricordarsi di sé, della propria natura energetica, dei propri collegamenti con il mondo, e utilizzare pragmaticamente la nuova visione della realtà.

Questo viaggio prosegue ancora oggi sotto altre forme che, grazie all’impegno di quelli che possiamo considerare i nuovi Toltechi, rendono accessibile tale sistema di conoscenza all’uomo moderno.

Il Nagualismo è stato portato all’attenzione del mondo occidentale da Carlos Castaneda, ultimo erede di una stirpe di guerrieri durata secoli. Tale lignaggio però non era l’unico a persistere, ben nascosto dopo l’avvento dei conquistadores.

Questo libro racchiude ciò che i lettori di Castaneda aspettavano da molto tempo: sogno, agguato, intento, maestria della consapevolezza, ricapitolazione. Tutte le parti fondamentali del Nagualismo sono esposte in modo chiaro, fornendo tecniche, metodi, strategie, esempi pratici, con la precisa finalità di renderli praticabili e sperimentabili direttamente, oltre a molti altri aspetti mai trattati finora.

Dall’inizio degli anni ’90 l’autore ha effettuato una lunga serie di viaggi in Messico per partecipare ad un progetto di studio sulle piante medicinali da cui, in seguito, si è verificato l’incontro con un gruppo di Toltechi che detiene la conoscenza delle tecniche per muovere ilpunto di unione. Si tratta di un lignaggio diverso da quello di cui Castaneda fu l’ultimo Nagual, ma sempre appartenente alla medesima tradizione.

Grazie a queste persone, dopo un lavoro decennale, l’autore è riuscito a mettere a punto un sistema che rende disponibili le tecniche dei Toltechi anche al di là del contesto tradizionale nel quale sono state sviluppate.

Ora, con questo libro, è qui per offrirle a voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *