13 pensieri su “Riepilogo seminario Ricapitolazione

  1. Ale dice:

    Salve, non c’entra niente, ma volevo sapere se l’indirizzo per contattarti è sempre intentoit@gmail. com perché il sito omonimo pare non essere più online

  2. Alfonso dice:

    Ciao Marco,dopo una lettura di un libro su Castaneda e una ricerca sul Nagualismo, mi piacerebbe tanto farne pratica è uno studio mirato ,per testare e trovare una Volontà e Concetrazione più autentiche e forti. Un caro amico mi ha segnalato il tuo nome per l Italia ,a breve comprerò il tuo testo LA SOGLIA DELL ENERGIA per farmi una cultura in merito. Vorrei sapere dei tuoi seminari e se a Napoli e dintorni e previsto qlcs.

    • Marco Baston dice:

      Per ora non è previsto nessun incontro in zona Napoli. Tieni comunque d’occhio il sito, gli incontri vengono messi mesi prima in modo che tutti abbiano la possibilità di organizzarsi. Prima o poi si farà qualcosa in zona.

  3. giancarlo brogi dice:

    sto partendo per il Messico e per documentarmi, mi sono trovato in questo sito, ho studiato molto il corpo energetico, ma in occidente è tradizione metterlo in terzo o quarto piano rispetto al cosiddetto corpo spirituale, vorrei, se possibile , qualche indicazione e conoscere eventuali seminari in toscana

    • Marco Baston dice:

      Gli incontri li trovi tutti nella sezione “attività pratiche” del sito (http://www.sciamanesimo-tolteco.it/eventi/). Ogni mese c’è un incontro ad Aulla (MS) e ci sarà un intensivo di una settimana sul sognare ad Aprile vicino a Volterra.
      Per i Toltechi non esiste un corpo spirituale, c’è solo il corpo energetico e da quello deriva tutto il resto. L’energia è percepibile ed esperibile.
      Se vuoi saperne di più da un punto di vista pratico puoi prendere “La soglia dell’energia” (oltre naturalmente ai libri di Castaneda)

  4. Alessio dice:

    Salve Marco, volevo un consiglio, ho provato a praticare la ricapitolazione chiuso in un armadio, oltre che usando le immagini ipnagogiche come consiglia lei nel suo libro, ma anche in questi due modi non mi riesce per niente, ora se non sbaglio lei ha scritto che il percorso inizia con la pratica dell’agguato (che è la stessa cosa del non fare, giusto?), quindi data la mia attuale incapacità di praticare la ricapitolazione, mi potrebbe consigliare degli esempi pratici di agguato e che risultati devo aspettarmi? La mia non è fretta di voler ottenere risultati, e solo che ho perso molto tempo nella mia vita, mi ritrovo a brancolare nel buio, e francamente non vorrei dover abbandonare il percorso.
    Grazie in anticipo
    A proposito, volevo sapere se ha in programma di tenere un seminario dalle parti di Sassari.
    Grazie ancora

    • Marco Baston dice:

      Ciao Alessio, non è semplice rispondere. Praticamente dovrei riscrivere un libro per fornirti delle chiavi di accesso all’agguato oltre ciò che ho già messo nel libro, però ti chiarisco alcuni punti. L’arte dell’agguato non corrisponde al non fare. E’ una confusione che fanno in molti, ma l’agguato è molto più complesso, e d’altra parte il non fare si applica anche al sognare, alla relazione con l’intento, eccetera.
      Il punto è che tutto il sistema dovrebbe andare di pari passo, ma questo è in concepibile per la mente lineare. E’ fatto apposta così: prima o poi smettiamo di cercare di capire e iniziamo ad agire cogliendo le vere connessioni, che non sono “pensabili”.
      Per ora ti consiglierei di provare ad applicare senza nemmeno aspettarti chissà quali risultati, ma con il solo intento di fermare l’interferenza della mente ordinaria. Finché non accade questo non accade nulla.
      Il nucleo principale dell’agguato comunque è: fermare se stessi. Se fermiamo noi stessi fermiamo anche il mondo.
      Sarà in Sardegna a settembre, stiamo lavorando per organizzare.

    • Marco Baston dice:

      Ciao, non credo che rifarò incontri in Puglia. Sulla ricapitolazione ci sarà un intensivo ma verso il nord italia. Per il sud sto vedendo di creare qualcosa a Napoli o dintorni.

  5. Fabio dice:

    io ho studiato un po’ la follia controllata su tuttoscorre un sito di nagual
    e poi ho letto l’abbono e controllo su questo sito
    sto applicando bene l’agguato mi riesce bene
    la ricapitolazione anche io non riesco a praticarla per bene nel senso che non riesco a vedere le cose ad affrontare il dolore però so che è indispensabile per accumulare potere personale
    prima ho seguito la mia energia e ho mangiato qualcosa che secondo me ha deciso il mio cuore e non la razionalità mio padre si è arrabbiato. Secondo me l’agguato è più potente della ricapitolazione, tra l’altro si relaziona strettamente con l’intento ed è per questo che è potente. Nel teatro si fa molta follia controllata per esempio è un recitare
    mi riesce bene

    • Fabio dice:

      ho imparato anche la contemplazione tramite un forum comunque io pratico una specie di contemplazione particolare cioè immagino le azioni che posso fare cioè “vedo” che tipo di soluzione trovare in base alla situazione

Rispondi a Alfonso Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *